Torna alla Home

News

Ti trovi in: Home  »  FAQ  »  Cosa e` il digitale terrestre?
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Cosa e` il digitale terrestre?

La Televisione Digitale Terrestre ad Alta Definizione e la Multimedialita' Interattiva :

Ideare un sito su un argomento cosi' complesso ed attuale non e' facile. Spiegare come funziona il digitale terrestre associato alla televisione ad alta definizione e alla multimedialita', e' si' complicato ma indispensabile.

Punto di partenza per tutti i lettori e' che entro il 31 dicembre del 2006 la televisione che oggi noi vediamo ed ascoltiamo in analogico dovra' essere convertita attraverso uno swicth-over nel digitale terrestre.

Digital Television Terrestrial



In questo periodo nel mondo esiste una televisione trasmessa in:

1) Analogico via etere o satellite

2) Digitale via satellite

3) Digitale terrestre via cavo o etere

In Italia da poco, ma già dagli anni 70 negli Stati Uniti ed in Inghilterra dal 1998 iniziarono le prime prove con le trasmissioni televisive digitali terrestri, con alterne fortune.

Supposto che tutti noi sappiamo come funziona la televisione analogica per intenderci quella che vediamo attualmente a casa senza parabola, concentriamoci sul funzionamento della televisione digitale terrestre. La domanda che tutti i profani si pongono e': "Cos'è il digitale"? Con il sistema analogico abbiamo un segnale trasmesso attraverso l'etere tra un ripetitore e l'altro fino a raggiungere la nostra antenna sul tetto e a far materializzare immagini e suoni nella televisione, tra qualche anno questo segnale lascerà il posto ad un codice matematico (binario), frutto dell'artifizio umano, fatto di sole due cifre, zero e uno (bit), che combinate tra loro possono creare immagini, suoni e tanto altro.

Basti pensare che la tecnologia digitale ormai ci circonda da molti anni, il computer, le fotocamere, le automobili e molti elettrodomestici funzionano con segnali digitali.

Il mondo televisivo invece e rimasto per lungo tempo fuori delle tecnologie innovative, infatti, l'unico cambiamento innovativo e rivoluzionario nel mondo televisivo ha riguardato l'introduzione del colore, da allora nulla e' cambiato, tanto da poter affermare che la tecnologia televisiva e' rimasta indietro rispetto alle altre tecnologie che usano il digitale.

Le innovazioni tecnologiche riguardanti, il campo televisivo possono essere numerose ma tutte queste sono possibili solamente con l'introduzione del segnale digitale, basti pensare all'introduzione della multimedialita' interattiva, alle visualizzazioni delle immagini con effetto 3D identiche a quelle adottate dai pc per la visualizzazione dei giochi.

Con il Dtt, il segnale digitale e' utilizzato direttamente senza che sia convertito in analogico come avviene adesso per la tv. Chiaramente tutti noi dovremo essere dotati, (e' per questo il governo ha previsto incentivi) di un ricevitore per segnali digitali in altre parole un decoder o (set top box) che riceve il segnale in digitale e lo trasforma (decripta) in immagini televisive. In altre parole, legge questo linguaggio Digitale.

Molti si chiederanno dove sta il vantaggio nel passaggio al (Dtt):

1) Uno dei primi vantaggi sarà la qualità dell'immagine che non dovendo essere convertita in segnale analogico è elaborata mediante algoritmi matematici di compressione del segnale in standard (Mpeg-2) (il merito dell'invenzione dello standard e' dovuto al genio di un ricercatore Italiano: Leonardo Chiariglione) che permette di trasmettere il segnale audio e video insieme, evitando la perdita d'informazione. In seguito, vi spiegherò come la stessa informazione digitale potrà essere associata ai televisori ad alta definizione (Hdtv) e all'interazione multimediale (Mhp), con notevoli vantaggi in termine di qualità e servizi.

Attenzione che il concetto di qualità dell'immagine nel Dtt, dipende non solo dalla qualità digitale del segnale ma anche dal supporto di visione, il televisore; questo concetto deve essere chiaro a tutti (molti lettori m'informano di essere rimasti molto delusi dalla qualità dell'immagine).bisogna pensare che il segnale digitale anche con i normali televisori 4:3 di casa migliora la qualità di ricezione ed indirettamente la qualità video, ma per sfruttare gli algoritmi (Mpg2) l'ideale e comprare un bel televisore dedicato all'alta definizione o Hdtv. Questo perché nell'alta definizione esistono dei parametri legati ai file di compressione Mpeg-2, che consentono di vedere il segnale con qualità cinematografica, tanto che uno dei possibili sviluppi sarà quello dell'offerta cinematografica via Dtt evitando affitto di Dvd.

Un'altra considerazione da fare sul segnale trasmesso in tecnica Digitale riguarda una domanda che spesso mi è posta dai lettori: "Poiché vedo male le trasmissioni analogiche, perché abito in una zona d'ombra, se compro il digitale vedrò finalmente bene la televisione?". In realtà le cose non stanno esattamente in questi termini, per due motivi:

a) In questo periodo siamo in una fase sperimentale e molte zone non sono coperte dal segnale, oppure sono spesso soggette a temporanei Blackout.

b) Il segnale digitale e del tipo (tutto o niente) vale a dire o lo riceve e si vede bene, oppure non si riceve e non si vede. Mentre nell'analogico anche un segnale ricevuto male consentiva una visione disturbata ma pur sempre una visione dell'immagine, nel digitale gli spazi d'errore sono nulli, questo perché si ha che fare con pacchetti di numeri che hanno valori discreti che servono tutti alla ricostruzione dell'immagine quindi o si ricevono tutti oppure non si può ricostruire l'immagine. E'però vero che la dove si riceve il segnale la qualità dell'immagine è in ogni caso migliore di quell'analogica.

2) Un secondo vantaggio del Digitale terrestre riguarda la risoluzione del problema del sovraffollamento delle bande di frequenza terrestri, che sono ormai in saturazione e con una possibilità d'offerta limitata di canali rispetto al competitore Satellitare. Il digitale Terrestre, permette un aumento di circa 4 volte delle stesse e la capacità d'ogni frequenza in trasmissione Dtt passa utilizzando un singolo canale RF standard, da 4 a 6 fino a 10 programmi multiplexati.

Questa situazione della saturazione delle bande di frequenza satellitari e terrestri ha portato giustamente il Ministro delle Telecomunicazioni a scegliere per il digitale terrestre dove e' possibile da una singola banda ottenere da 4 a 6 programmi, aumentando considerevolmente il numero da 4 a 6 volte il totale dei canali attuali.

3)Il segnale digitale ci consentirà di interagire con la Tv attraverso la multimedialita', questa rappresenta la vera innovazione e novità per l'utente, vale a dire la possibilità di poter dialogare attraverso il decoder munito di un modem con la Tv. In pratica con le trasmissioni analogiche, il nostro impianto funzionava da semplice ricevitore anche se nel 1974 entro in funzione il glorioso Teletext o Televideo, che ci permetteva di ricevere informazioni senza poterlo interrogare. Per il segnale Dtt e' ora possibile interagire ed interrogare l'emittente attraverso un decoder che adotta lo standard compatibile con Dtt che e' Mhp della multimedialita' che sostituisce appunto ormai obsoleto teletext. L' innovazione più evidente per l'utente sarà la multimedialita' perché attraverso questa si potrà partecipare ai programmi televisivi a quiz, si potrà rispondere alle domande e ai sondaggi, si potrà interrogare il portale su alcuni servizi come quelli del proprio comune ed in un futuro prossimo utilizzare tale multimedialita' come internet per pagare o eseguire operazioni bancarie, ecc. Il vantaggio sarà evidente non solo per gli utenti, ma ancor di più per le Aziende Televisive e per quelle pubblicitarie perché, vista esperienza Inglese sulla televisione Dtt essa sarà gratuita e gli unici guadagni verranno da questo settore. L'utente deve considerare che per poter interagire con il programma oppure con qualche servizio disponibile da quel canale televisivo deve attraverso il proprio decoder interattivo connettersi via modem al proprio gestore di telefonia che può utilizzare dalla semplice connessione v. 90 o isdn ad una connessione Adsl oppure Gprs/Umts pagando secondo la propria tariffa d'utilizzo. La presenza di tale sistema di trasmissione e' necessaria perché l'antenna che adesso utilizziamo e' solamente ricevente quindi per poter trasmettere le nostre richieste e' necessario o inserire un modem che attraverso la linea telefonica ritrasmette l'informazione oppure trasformare la nostra antenna da ricevente in doppio canale ricevente/trasmittente con inevitabile caos e spese. Per utilizzo delle funzioni multimediali c'e' stato un accordo tra le case di produzione su indicazione normativa che a stabilito che ogni decoder debba avere 4 semplici tasti posti sul telecomando di quattro colori diversi in modo da semplificare all'utente il servizio. Finisco questo discorso sulla multimedialita' dicendo che il concetto di multimedialita' che è utilizzato allo stato attuale dell'arte e ben lontano da quel concetto di multimedialita' interattiva bidirezionale, questo per il semplice motivo che l'interazione e precostituita alla fonte.

4) Un altro evidente beneficio che porta il Dtt e legato alla propagazione del segnale, in considerazione del fatto che il nostro ministero ha previsto una riduzione del numero di stazioni trasmittenti per territorio pari ad una per provincia con evidente beneficio per la salute pubblica ed ambientale perché l'irradiazione delle onde elettromagnetiche e quindi dell'inquinamento diminuisce per intensità e per numero di stazioni poste sul territorio.

------------ Hdtv - "High Definition Television Defined"

Per quanto concerne la televisione ad alta definizione definita con l'abbreviazione (Hdtv) sarà possibile utilizzarla al meglio proprio grazie al digitale terrestre anche se la conversione dei televisori tradizionali in quelli ad alta definizione probabilmente avverrà in tempi più lunghi, passeranno diversi anni. Negli U.s.a entro il 2006 la televisione sarà in ogni modo trasmessa in digitale terrestre ad alta definizione. Questa tipologia di televisione consiste in una televisione digitale con standard prestabiliti, quali: massima risoluzione associata ad una qualità audio superiore vale a dire quella del Dolby Digital Surround (Ac-3) ed in uno schermo televisivo di tipo cinematografico in dimensione 16:9 con pixel di risoluzione 1920x720 e su uno standard Mpeg-2 per la codifica e il trasporto dei supporti video digitali; chiaramente queste caratteristiche comporteranno appunto la sostituzione dei televisori tradizionali con questa tipologia. Considerate che anche il primo sistema meccanico televisivo di Baird era nel 1936 considerato come alta definizione; con questo voglio dirvi che in realtà con alta definizione s'intende quanto di meglio oggi la tecnologia ci offre, domani sarà gia obsoleta.

-------------- Mhp - "Multimedia Home Platform":

Per quanto concerne la tecnologia multimediale interattiva che stenta a decollare e' molto probabile che con il Dtt, si svilupperà tumultuosamente proprio perché sarà la fetta di torta più redditizia e su cui si concentreranno le risorse delle società di servizi a scopo di lucro. Quello che ora chiamiamo servizi multimediali interattivi non, è altro che servizi basati sulla tecnologia Teletext in cui l'interattivita' e' precostituita alla fonte ed e' caratterizzata da testi digitali forniti su tv con standard analogici. E' invece vero, che con lo sviluppo dello standard Db per il digitale terrestre si e' costituita all'interno dell'organizzazione un gruppo di studio sulla multimedialita' da applicare come riferimento sul digitale con tecnologia Mhp che probabilmente sarà estesa a tutti gli utenti e sarà molto più vicina al concetto di vera multimedialita' con offerta di servizi e interazione bidirezionale non precostituita; il cui futuro standard sarà Mpeg7 in fase di studio e' specifico per il multimediale. Il giorno in cui la tecnologia digitale terrestre associata alla televisione ad alta definizione sarà usufruibile da tutti gli Italiani associandole un'interattivita' di tipo multimediale, avranno un aumento dei servizi offerti e delle società che investono con riduzione dei costi per tutti.

---------- Vantaggi del Dtt:

Aumento della qualità dell'immagine.

Aumento della qualitàdel suono.

Aumento dei canali disponibili

Interattivita' multimediale.

Maggiore investimento pubblicitario associato all'interattivita'e profitti per le aziende

Minore potenza d'emissione e tutela della salute ed ambiente

Migliore ricezione del segnale

------------ Svantaggi del Dtt:

Costo set top box.

Costo futuro della televisione hdtv.

Costo dei servizi

(Vedi accordo Mediaset con le squadre di calcio per i diritti Televisivi sul Dtt questo e' un primo sentore che il servizio sarà effettivamente gratis ma poi si pagheranno i servizi Mhp e gli extra)

------------ Caratteristiche principali del Dtt:

Standard di trasmissione (Dvb-t) in Europa.

Standard di trasmissione (Atsc) in America del Nord.

Compressione Mpeg2.

------------ Vantaggi dell'Hdtv

Qualità immagini cinematografica.

Qualita' suono cinematografica

Interattivita'e multimedialita'

------------- Svantaggi dell'Hdtv

Costo del televisore hdtv

Schermi tv basate su diversi principi fisici

--------------- Caratteristiche principali della televisione Hdtv:

Schermo 16:9

Sistema sonoro Dolby Digiland Surround Sond (Ac-3)

Pixel 1920x1080 o 1280x720

24-30-60 frame immagini sec.

Sintassi Mpeg2

La spiegazione di questo concetto, in parole molto semplici e che nelle trasmissioni analogiche ad una singola frequenza era associata un singolo canale tanto che i due termini seppur tecnicamente diversi erano sovrapponibili, mentre con il Dtt e il segnale compresso in Mpeg2 ad ogni singola frequenza corrisponde in base al multipex scelto da un minimo di 4 ad un massimo di 10 canali. Il multiplex adottato in Italia sarà di 4, quindi il concetto di frequenza uguale a canale nel digitale viene meno (cmq, per un approfondimento di tale concetto andate nella sezione articoli dedicati alle frequenze radiotelevisive).